4.5.06

Un invito alla strumentalizzazione

Vergognoso.
Non si può definire altrimenti il comportamento di Vasco Errani e Alfonso Pecoraro Scanio ai funerali dei caduti di Nassiriya (quantomeno in un momento della funzione).
Entrambi si sono recati alla cerimonia funebre come servitori dello Stato e avrebbero dovuto rispettare quei morti, le loro famiglie, il Luogo in cui si trovavano.
Non è stato fatto e accolgo con dispiacere la dichiarazione del leader dei Verdi che afferma di non avere nulla di cui scusarsi, mentre Errani (che sono fiera d'aver contribuito ad eleggere) accusa le testate di centrodestra di aver fatto una mera campagna denigratoria.
Verissimo, ma se la sinistra soffre di questo complesso di superiorità lo dimostri, senza cedimento, in tutte le occasioni e le circostanze che lo richiedono.
Oltre alla gravità del gesto in sé, è davvero imperdonabile fornire materiale a persone la cui pochezza morale è ben nota.

Un'annotazione di sfuggita: Fini che si scioglie in lacrime davanti alle salme ( a coloro che ha mandato a morire) è davvero migliore di Errani e Pecoraro?

43 commenti:

netsos ha detto...

se è tutto in quella foto allora condivido ogni tua parola.
non ho seguito la vicenda in TV, non sò se quella foto è estratta da un video; se lo fosse sarebbe opportuno visionare l'intera sequenza prima di mandarli alla forca.

ritengo Errani e Pecoraro Scanio due persone intelligenti e corrette, rimango dunque un po' perplesso.

capemaster ha detto...

Intelligente Pecoraro Scanio è una parola grossa. Errani non lo conosco.

Ma certo che due cazzoncelli.

fetish ha detto...

Come tutti (credo) ho partecipato a numerosi funerali. E' forse vero quello che ha detto uno scrittore (non ricordo chi): i funerali sono per i vivi. Più volte mi è capitato di vedere risate, ascoltare pettegolezzi etc.

Detto questo, nulla giustifica il comportamento dei deu presi in castagna, che hai fatto bene a stigmatizzare. Così come hai fatto bene a ricordare che per dare lezioni di moralità bisogna avere i titoli.

luigi ha detto...

Ai funerali se si partecipa si deve aver rispetto dei morti e del dolore dellla famiglia.
Pecoraro, Errani e Fini non hanno avuto rispetto.
Mi vergogno per loro.

Marquez De Savedra ha detto...

Ormai imbevuti come siamo di verità in Verissimo, non resta che darci fuoco. Sperando di essere almeno infiammabili. Eh si, la prova TiVVù è indispensabile appendice per costruirsi un'opinione, anzi, di più, una realtà, una verità. E dopo, televotiamo, e eliminiamo, e poi nominiamo, e infine, tutti in diretta, guardiamoci il mondo scorrere su un video.

rebelot ha detto...

Certo è che la reazione del Pecoraro poteva essere migliore: bastava scusarsi e non dire che era una vittima. Questo lo possiamo dire noi, ma così facendo ha fatto la figura dello Scajola (quello che ha detto che Biagi era un rompicoglioni, per capirci) che se la prende con i giornali.

I fotografi fanno il loro mestiere. Sei un personaggio pubblico, fai il personaggio pubblico, anche ia funerali di Stato, eccheccazzo!

velenero ha detto...

non lo so... a me ste cose mi fanno incazzare e basta...

alduccio ha detto...

Avrebbero fatto meglio a starsene a casa ...

Tisbe ha detto...

Mi devi credere, io non riesco a trovare una risposta...

Chris ha detto...

Ma neanche davanti alla stupidità di certa gente riesci ad essere critica? Devi per forza additare le lacrime di Fini come carnefice dei poveri ragazzi che stanno in Iraq per poter giustificare l'accaduto? La coalizione del centro sinistra rispecchia tragicamente i suoi elettori.

Loyola ha detto...

Non c'è giustificazione? Forse no, ma è anche vero che probabilemte in quella chiesa ci sono stati tanti altri comportamenti sconvenienti: loro sono stati beccati. Comunque, l'unico sopra le righe è Pecoraro Scanio. Detto ciò, mi chiedo: ma è proprio necessario andare a tutti i funerali. Maledetto rito presenzialsita. La pietà è una cosa privata, i funerali invece sono una saga triste (non per i familiari, chiaro). Compresi gli inutili applausi alla fine della cerimonia. E' possibile che un Paese faccia tutto un dibattito su questa cazzata. E inoltre: se uno non va a questi funerali, perchè non lo sente, sicuramente viene messo alla berlina. E allora tutti lì in fila di destra e di sinistra con le facce disperate. Anche un po' recitando. Mi chiedo se Fini e berlusconi per il dolore (quello vero) hanno passato la giornata tristi e inappetenti, come è capitato a me quando sono morti dei miei cari parenti. Non so, ma non credo. Il pomeriggio tutti a casa e magari risate sulla futura crisi del governo Prodi.
Io personalmente soffro solo per chi conosco, amici e parenti. Non riesco a commuovermi nè per i bambini iracheni morti e neppure per i militari assassinati. Sono una bestia per questo?

Undine ha detto...

@Netsos: intanto grazie per la visita. Ho una buona opinione di Vasco Errani (uomo capace e coerente), meno buona di Pecoraro Scanio, che procura un certo danno d'immagine al partito che rappresenta e alle idee che stanno dietro. Sono perplessa anch'io non m'aspettavo una simile uscita, in un giorno come questo.

@Cape: infatti, d'accordo con te. Una parola grossa. Troppo.

@Fetish: esatto, il comportamento sbagliato dei due è stato come al solito strumentalizzato da gentaglia (Farina e Belpietro non meritano qualifca diversa) che non ha titolo per discettare di rispetto e moralità.

@Luigi: Errani e Pecoraro hanno sbagliato, hanno soprattutto mancato di rispetto nei confronti delle famiglie dei tre caduti, Fini non ha riso, anzi, è scoppiato in lacrime. Altro gesto ipocrita, come spiegherò più avanti.

@Marquez de Savedra: grazie per la visita. La sottoscritta non abbisogna di prove Tivvù per esprimere un'opinione sul suo blog. Il mio post si proponeva di criticare sia certo giornalismo becero che l'atteggiamento dei due politici alle esequie.
Oltre a questo, mi preme rilevare l'errore politico e comunicativo. Sappiamo che ogni singola manifestazione del nostro pensiero (di noi sinistri e dei nostri politici) verrà enfatizzata e strumentalizzata dagli organi di comunicazione del centrodestra. Se siamo superiori alle destra (e ne sono convinta), possiamo dimostrarlo senza dare adito a polemiche, senza esporci in questo modo? Io credo di sì. E chi sbaglia è giusto che lo riconosca.

@Rebelot: precisamente ciò che intendo io. E sottolineo il "eccheccazzo"!

@Velenero: a me fanno voglia di prendere la laurea e andarmene all'estero con l'Anonimo Lettore e il mio gatto. Dove? Ora sto valutando gli atolli...

@Alduccio: per me quei funerali sono stati più affollati di un garden party. L'evento mondano del mese, non mancava proprio nessuno. Ci mancava solo il consorte della Cavagna e il più era fatto. Con i risultati che abbiamo visto.

@Tisbe: non so. Non ho una risposta... è stato detto che loro, almeno, non hanno peccato d'ipocrisia (vero), ma non mi basta.

@Chris: un ripasso, come a scuola.
C'erano le armi di distruzione di massa? NO.
L'Italia ripudia la guerra? Sulla Costituzione, SI.
L'Italia ha fornito assistenza a un esercito invasore? SI
Chi ha deciso di aiutare la Coalizione in Iraq dopo il crollo del regime di Saddam? Il governo Berlusconi, di cui Fini era degno ministro, nonché fiero sostenitore della presenza italiana in Iraq.
I militari italiani sarebbero morti ugualmente saltando in aria in Iraq se il governo Berlusconi non avesse deciso di mandarceli? NO. Ergo il governo uscente è moralmente responsabile della morte di quegli uomini. E le lacrime di Fini sono un insulto a quei morti.

La coalizione di centrosinistra non mi rispecchia, perché io difficilmente stringerei la mano a chi ha preso una simile decisione e a chi l'ha appoggiata.

Ed ha detto...

E la coalizione di centro destra rispecchia fedelmente i suoi elettori. (questa è per Chris) Lui non mi conosce e io non conosco lui, ma se puo' permettersi di dirlo non vedo perché non possa farlo io. Impariamo a distinguere eh, Chris, se in forza Italia c'è pieno di banditi e in An di fascisti non è detto che quelli che li hanno votati siano tutti fascisti e banditi.
Scusa silvia, mi sono rotto le palle.

Loyola ha detto...

Non mi degni neppure di un commento.

Undine ha detto...

@Loyola: no! Anzi! Ho iniziato a scrivere le risposte ai singoli commenti (quando il tuo non c'era ancora, ci ho messo un po' come vedi) e quando ho inviato il tutto ho visto che che avevi commentato. Mi dispiace per questo malinteso, spero che la mia spiegazione sia stata chiara, apparte il fatto che quando posso rispondo a tutti coloro che commentano, non avrei alcuna ragione per non rispondere a te (e non ne ho, infatti).
Veniamo al tuo primo commento: penso come te che queste esequie siano state l'occasione per mettersi in bella mostra o per svolgere la propria funzione. Tanti ci sono andati senza alcun attaccamento ai caduti, in primis i nostri politici. Hai detto bene tu: NON POTEVANO mancare. Pare che la commozione di Fini sia stata genuina, secondo diversi cronisti, quanto agli altri, credo che una volta conclusa la funzione, abbiano seguitato a pensare tranquillamente ai fatti loro (poche ore dopo Berlusconi avrebbe rassegnato le dimissioni). Sono occasioni penose, in cui l'assenza viene criticata e la commozione risulta imbarazzante.

@Ed: di niente, per me non c'è problema. Non sei stato maleducato né offensivo, mi pare. Chris ha già commentato altre volte e ritengo che tra commentatori sia lecito specificare e ribattere senza superare un certo limite. Perciò...i baci rock sono ancora tutti tuoi! ;-)

Chris ha detto...

Ma caro Ed tu puoi dire esattamente quello che ti pare e sinceramente la tua opinione. Perchè credi che nella tua coalizione sia pieno di santi? Sono esattamente uguali con la differenza che nella tua tua coalizione la maggioranza dela gente e nella scena politica da 4o anni. Cosa che non è così per quel che riguarda la CDL. La sinistra odia Berlusconi solo perchè gli ha tolto il potere, non certo per le sue idee politiche. Quello che voglio ribadire e che non aveva senso parlare di questo fatto di Pecoraro Scanio. Questa cosa non andava detta è basta.
Undine tu dici che è stato sbagliato strumentalizzare, perchè tu adesso cos'hai fatto? La stessa cosa. Per un fatto talmente squallido che non aveva senso tirare in ballo. Ma visto che ti sei sentita "toccata" dalla faccenda perchè che ti piaccia o no quelli li hai votati tu , hai dovuto per forza citare la cosa per poi giustificarti tirando in ballo le colpe del centro destra. Perchè non riesci ad essere critica senza raccontarci gli errori degli degli altri ed in questo sei esattamente lo specchio della coalizione del centro sinistra che non ha fatto altro per 5 anni di scagliarsi contro il governo senza proporre nulla di nuovo. Se tu dici che allora anche il governo entrante non ti rappresenta, che cosa sei andata a votare allora? Per far cadere Berlusconi? Beh ti andata male, dato che li rimane e li rimarrà ancora per molto. Facile ergersi sopra le parti e giudicare da fuori senza riconoscersi in nulla. Io le mie responsabilità sul mio voto me le sono prese. Nonostante è l'ho sempre detto la coalizione e le molte scelte di Berlusconi non mi siano mai piaciute ho sostenuto la CDL. Credo che in Iraq sia stato giusto andarci nonostante le guerre siano una delle più grandi sventure che possano succedere. Sono liberale e voglio per il mio paese quelle scelte liberali che servono. Che con il centrosinistra non avrò mai perchè troppo burocrate ed attaccato agli interessi corporativi di questo paese.
siamo tornati indietro di 30 anni con questa gente che di processi ne avrebbe dovuti avere tanti quanti Berlusconi.
Invece di soffermarci su queste scempiaggini sarebbe meglio parlare di politica quella vera, e non di un ridolino fatto tra l'altro da uno che conta come il due di coppe quando è briscola bastoni. Sarebbe meglio parlare e commemorare i nostri caduti piuttosto che giocarci sopra per fare propaganda politica.
Avremo la possibilità di confrontarci su quel che c'è da fare in questo paese. Poter parlare delle strategie che sono adesso in atto e che sono interessantissime, e ci fermiamo a parlare di questi beaoti.
Mah..stavolta Silvia mi hai deluso.

Undine ha detto...

Nessuna risposta alle mie domande, Chris.
Ti sei lanciato in una dissertazione sui sinistri, Berlusconi ancora in sella ecc... ecc...
Non giustifico Errani e Pecoraro e non giustifico chi manda a morire degli uomini per una guerra basata su un falso presupposto.
Gli elettori di centrodestra non possono deludermi, MAI.

Chris ha detto...

Ti ho risposto eccome. Ti ho detto che secondo me nonostante tutte le cose che mi hai detto in Iraq è stato giusto andarci. e ci rifermerei ancora. Ci sarebbe da disquisire parecchio sulla politica estera americana a cui la discussione sulla guerra in Iraq non può che far da sponda, ma servirebbe di certo un altro post.
Mi sono lanciato a tema col il tuo post che non fa fuoriuscire che quello.
E lo ripeto è facile stare al di sopra delle parti senza prendersi le responsabilità delle proprie azioni.
Lo ripeto sono rimasto veramente deluso.
E prenderei esempio da qualche elettore di centrodestra o magari da qualche blogger che invece di soffermarsi su idiozie come questa cercano di capire senza strumentalizzare.

Ale ha detto...

hai ragione Undine. e avete ragione tutti voi!

Il problema adesso è come poter liberarci di persone del genere, di sinistra o destra ormai è quasi uguale, come fare in uno stato di democrazia, democrazia(?).

Bastasse fargli una pernacchia.....

Loyola ha detto...

Per Undine:scherzavo.E poi le attenzioni sono sempre ben accette.
Per il signor Chris. Guarda che io per esempio sono un liberale. E voto centrosinistra.
Liberali sono pure i liberali inglesi, ma Berlusconi no, ma non Forza Italia, che invece è un insieme di ex Dc, ex Psi, ex di tutto. I liberali in Europa stanno nel gruppo del Partito liberale europeo. Forza Italia sta nel Ppe, insieme ai conservatori e al Pp di Aznar. In quanto ai giovani: Pisanu, Letta, Schifani, ecc.ecc...Che argomenti sono. Tutta europa ci ride dietro proprio perchè siamo in una gerontocarazia(sia a destra che a sinistra).
Tu sarai anche un liberale, ma dai toni mi sembri uno di quei vecchi comunisti che credono nella loro superiorità morale.

Undine ha detto...

@Chris: Per me la guerra in Iraq non è stata giusta, punto. Ti dirò di più, visto che qua ciascuno guarda le cose soltanto affacciandosi dal proprio balconcino: non lo sarebbe stata nemmeno se un governo di centrosinistra l'avesse appoggiata. E' un'opinione diffusa e condivisa, ma chi vota per il centrodestra non ha i coglioni per dirlo, perché facendolo sminuirebbe il valore di ciò che ha fatto la CdL durante 5 anni di governo e, peggio, significherebbe "darla vinta" ai comunisti. Se tu ti senti di fare riferimento a dei valori cristiani dicendo che è la morte di diversi uomini in guerra è cosa buona e giusta, avanti così. Io non la penso come te... e la notte continuo a dormire benissimo.
Altra doverosa, ma infinitamente meno importante precisazione. Io sul mio blog faccio ciò che voglio. Vado fuoritema, sto nel tema, vado anche a farmi un caffé o una camomilla, se mi pare. Non prendo esempio da nessuno e scrivo ciò che ritengo opportuno scrivere. Non vado in giro ad attaccare bloggers per le loro idee e mi limito a dissentire servendomi di un'argomentazione solida, ma soprattutto autentica e coerente col mio pensiero e il mio atteggiamento intellettuale in generale. Ai lettori di bloggers che si soffermano su "idiozie come queste" (il gesto, la foto, le polemiche e le strumentalizzazioni lo sono), consiglio di rivolgersi altrove.

@Ale: come si fa? Non lo so nemmeno io. Da tempo è auspicabile un rinnovamento morale (e generazionale) di questa classe dirigente. A mio avviso anche i cittadini hanno le proprie responsabilità. Non partecipano (in generale) alle attività della ppolitica locale, subiscono le decisioni dall'alto, non esercitano il controllo su chi li rappresenta e non cercano di conoscere meglio i propri candidati. Non possiamo affidare ai politici il loro progresso morale, siamo noi a dovercene occupare. Pigrizia? Menefreghismo? Individualismo? Non lo so, ma finché andrà così continueremo a lamentarci di chi abbiamo eletto.

Undine ha detto...

@Loyola: no, di nuovo! Ora ti rispondo subito. d'accordo con te per la gerontocrazia, ma noi cittadini, che si fa? Abbiamo voglia di partecipare, di contare qualcosa? Di capire ciò che ancora stentiamo a intendere? Secondo me no.

Ale ha detto...

dimenticavo,
Undine non mi degni nemmeno di un commento............
ciao ;-)

Loyola ha detto...

In altre sedi sei il mio premier. Faccio solo conoscenza.
Si chiama "compartimentazione".
Buona serata, buon lavoro

Chris ha detto...

Cosa centrano adesso i miei valori Cristiani Silvia? Non ho mai parlato dei miei valori Cristiani e non mi sono fatto scudo davanti a nulla.
Cosa centrano i miei valori Cristiani con una guerra?
Ho espresso la mia opinione senza bisogno di affacciarmi al mio per così dire "balconcino".
E anche io continuo a dormire benissimo.
Come tu sei libera di scrivere ciò che vuoi e visto che lo fai in pubblico così io sono libero di dissentire su quello che scrivi.
Tu stessa mi hai detto tempo fa:"perchè non commenti mai?"
Beh lo hai visto anche adesso perchè non commento mai. Ma ci sono certe volte che non riesco di fronte a queste robe!!!!!!
Io ho i coglioni per dirlo c'è l'ho! E secondo me è stato più giusto andarci in Iraq pur non condividendo l'idea della guerra è la terza volta che te lo scrivo, spero che questa volta avrai capito. Ed il fatto che sia opinione diffusa il fatto di non esserci andati non me ne può fregar di meno perchè di quello che pensano gli altri sinceramente non me ne può fregar di meno.
Come ovviamente sono libero di non venirti a leggere, e se continui così in maniera così demagogica sarà molto probabile.
Loyola cosa hai detto scusa? Ah ok. Grazie. Ora son più sereno.

loyola ha detto...

Spero solo che almeno abbia acquisito una informazione in merito a cosa sono i liberali nel resto dell'europa.
Con serenità!

Loyola ha detto...

Mi scuso con Undine per aver fatto polemica a casa degli altri.

Fabio Artigiani ha detto...

Salve. In quanto Ministro per lo Sviluppo Morale del Paese, credo di aver diritto a dire due cosette...
Mi spiace Undi, ma devo dissentire dal mio Presidente del Consiglio (vai, hanno appena iniziato e già litigano! C'era da aspettarselo...).
Anch'io ho riso in situazioni funeralesche e non mi sento in colpa. Anzi, mi piacerebbe che i funerali fossero tutti un po' più allegri: la tristezza pomposa delle funzioni religiose non aiuta certo chi è rimasto in vita...
Credo che Pecoraro Scanio e Errani se gli veniva da ridere, per qualunque motivo, abbiano fatto bene a farlo. Se per loro la situazione non era così greve da non poter ridere magari di una battuta, non ci vedo niente di male.
Così come non credo che abbiano mancato di rispetto a qualcuno: mica gli hanno riso in faccia!
Eppoi sono sempre un po' allergico a queste "crociate moralistiche".

Comunque, buon lavoro, Presidente.

zed ha detto...

Acciderbola che splendido "scontro" di pareri. Mi ha entusiasmata (non faccio la spiritosa eh). Non posso negare di essere in accordo con undine...che ci posso fà...la pensiamo allo stesso modo...è la natura che ci ha fatte così :)
Chris, una sola domanda (anche se forse non dovrei sfruguliare):
mi spieghi perchè, nonostante tu ammetta di non condividere l'idea della guerra, ritieni che questa guerra sia giusta?

Ale ha detto...

cos'è una guerra?
donne, uomini, bambine e bambini che muoiono sotto i tuoi occhi.
Se non sono i tuoi occhi dovresti avere il coraggio, almeno, di piangere con loro.
Ridere a un funerale,
anche io al tuo

Zadig ha detto...

Sì, il rispetto per i caduti sul lavoro dobbiamo pretenderlo. E dobbiamo pretenderlo sempre. Ma che la tensione di una cerimonia funebre possa essere allentata da una risata è un fatto umanamente comprensibile. A me è capitato e non volevo mancare di rispetto a nessuno. Condivido però l'esigenza di non prestare il fianco ai giornalai del polo. Sono sempre in agguato pronti a gridare allo scandalo al minimo errore. Allora è bene aggiungere che il Giornale e Libero hanno reagito in modo del tutto sproporzionato rispetto al fatto compiuto da Errani e Pecoraro Scanio. Un fatto certamente discutibile, ma che non giustifica il linciaggio morale e politico al quale sono stati sottoposti.

Undine ha detto...

@Ale: ;-)

@Loyola: il mio "no, di nuovo" era riferito al fatto che soltanto dopo aver inserito il mio commento avevo visto il tuo e non volevo che si ripetesse il malinteso di prima. Scusami. Le polemiche sono le benvenute, perciò non hai nulla di cui scusarti. Non sei andato fuori le righe né sei stato insultante o provocatorio. Il tuo intervento, a mio avviso, non è di quelli di cui scusarsi.

@Chris: perfetto, non c'è problema. Leggere dei demagoghi nuoce alla salute , alle coronarie in particolare. Dimenticavo: i valori cristiani, con la guerra, hanno poco a che fare, concordo. :-D

@Fabio: purtroppo nel mio post prevale il disappunto per l'aspetto "morale" della questione, ma è soprattutto una critica dal punto di vista comunicativo e politico che mi premeva fare. La sinistra NON deve dare occasioni a certa stampa di essere attaccata, com'è stato questa volta. Tutto qui... e nessun problema se c'è chi non condivide quest'opinione. Perciò,caro membro del governo, l'auto blu non te la toglieremo! ;-)

@Zed: :-) Non credo che la natura possa volerti tanto male da farti simile a me, però! ;-) Grazie per il tuo intervento.

@Ale: uno dei nostri limiti (come hai giustamente fatto notare tu) è l'incapacità di entrare nell'altro e sentire il suo dolore. Giusta la tua osservazione.

@Zadig: può darsi, non sono ancora andata (per mia fortuna) a tanti funerali da sapere se una risata può allentare la tensione quindi da questo punto di vista la mia considerazione risente di una mancanza di fondo. D'accordo con te sulla necessità di non esporsi alle critiche dei giornali e dei politici che strumentalizzano foto e dichiarazioni. Il Giornale e Libero ci sono andati giù pesanti...comprensibile. Parlare del disaccordo della CdL sul nome del candidato al Quirinale richiede troppo impegno. E ho letto l'articolo di Farina su Libero... ci sono andati a nozze, purtroppo.

Cilions ha detto...

A New Orleans negli anni 20 addirittura si faceva festa!
A parte tutto, credo che la peggior cosa sia l'ipocrisia... e tu l'hai colta!

A far piangere deve essere la situazione mediatica che si sta creando in Italia...

Loyola ha detto...

Ricevuto il tuo messaggio sul mio blog. Nessun malinteso. Avevo capito.

lis@ ha detto...

Sì, oggettivamente gliel'hanno servita sul piatto d'argento... O__o E, diciamolo francamente, potevano anche evitare, vista la circostanza. Sono d'accordo. E concordo anche sul fatto che sia un po' troppo facile per certa gente piangere i caduti dopo averli mandati lì "in missione di pace". A quanto pare il loro compito era solo di "mantenere l'ordine pubblico", che qui come in altri luoghi non in guerra vorrebbe dire svolgere ordinari compiti di polizia. Lì in Iraq è ben altra cosa.
buonanotte
lis@

Montecristo ha detto...

Io credo che le lacrime di TUTTI i politici, NESUNO ESCLUSO siano fasulle.
Quando ci fu il primo attentato a Nassiriya quasi quasi i parenti dele vittime l'hanno saputo dai politici schierati nella passerella di Porta a porta.

Montecristo ha detto...

Oh, però attenzione, Undine.
Non confondiamo.
Un conto era durante la Prima e l Seconda Guerra mondiale dove i soldati erano COSTRETTI ad andare in guerra, un conto adesso dove NESSUNO COSTRINGE NESSUNO.
Questo equivoco va chiarito.
Al di là della giustezza o meno della guerra, non dimentichiamo mi che i soldati che vanno all'estero si fanno (quasi ?) sempre RACCOMANDARE per partire.
Mi dispiace, ma la verità è questa ("moneys") e non le cazzate sul patriottisomo che sentiamo in televisione.
Purtoppo è così.

Medo ha detto...

"Le salme salmastre fanno piangere anche i secchi d'occhio."

medo

Anonimo ha detto...

SENZA PAROLE!!!

http://www.flurl.com/item/shameful_u_133778/


facciamo girare questo link!!!

Enrico ha detto...

anche io sono rimasto colpito ... e mi sono un po' incazzato ...
riflexioni

brunius ha detto...

Come ho detto ad un amico
è una vera fortuna non guardare le fotografie del proprio funerale...

Pensatoio

Il Bevilacqua ha detto...

sottoscrivo in pieno il discorso di loyola sui liberali.

Berlusconi è il liberale più finto che esista in italia.

In america, dove i liberali sono davvero liberali, uno come lui non durerebbe due secondi.

E questo è TUTTO dire

L'Anomalo ha detto...

non essendo in un momento della funzione ma appena finita, personalmente non lo trovo un gesto grave, ma una inutile e futile strumentalizzazione.

Ovviamente meglio loro, di Fini che piage per il senso di colpa.

Ciao ;)
L'Anomalo