9.2.06

Shut up!

Ne parlano tutti.
Per Berlusconi si tratta soltanto di acqua fresca e si dice convinto della futura rimonta della propria coalizione (e dov'e' il tuo programma, Silvio?).
I Verdi auspicano che vi s'introduca il riconoscimento dell'omeopatia e delle medicine non convenzionali.
L'Udeur manifesta il proprio dissenso sui Pacs e propone l'adesione per parti separate.
Il Velino ne ride e consiglia agli interessati di cercarlo a 'Chi l'ha visto'.
Ma Rifondazione, Pdci e Verdi sono stati chiari: a loro non piace e andra' rivisto per alcuni punti.

E tra noi bloggers di centrosinistra c'e' un unico interrogativo: CHE FINE HA FATTO?

Ci riferiamo, nauralmente, al Programma elettorale dell'Unione, a questo spirito guida evocato dai leader del centrosinistra e affrontato in maniera obliqua e guardinga, in modo da non urtare la sensibilita' degli alleati. Mentre Prodi giura sul pentimento di Bertinotti, questi lo smentisce e Rutelli non si trattiene dal rilasciare dichiarazioni quantomeno imbarazzanti. E la suscettibilita' e' intatta.

Quelle 274 pagine (la bozza) sono pressoche' assenti nel panorama dell'informazione televisiva e giornalistica. Non se ne parla. Per alcune ragioni.
Errori politico-comportamentali (non so quanto comunicativamente efficaci) da parte dei principali leader del centrosinistra. Attenti a difendersi dall'attacco di un premier mediaticamente impotente, preferiscono indugiare su altre questioni.

D'Alema disserta sulla moralita' di Consorte e Cuffaro con un Presidente della Camera che, accanto al capo della propria coalizione, puo' solo ben figurare.
Fassino, nonostante la flemma suggeritagli dai suoi esperti di comunicazione televisiva, va in collera non appena gli si nomina Unipol.
Prodi -il piu' efficace finora- ironizza su tacchi e tappeti.
E tutti, con una voce sola, supplicano: occupiamoci dei veri problemi del nostro Paese.

Bene, dico io, ma non e' ancora accaduto.
Il Premier passa da una telecamera a un microfono e i nostri smentiscono, punto per punto, le sue deliranti affermazioni.

Come se non bastasse, ecco il TOTOARBITRO.

In attesa dei due confronti televisivi tra il Cavaliere e il Professore, si fanno nomi su chi debba condurre il dibattito.

Uomo o donna?
Vespa o La Rosa?
Mentana o Mimun?
Berlinguer o Di Bella?
E Fede?
E Ferrara?
E Topolino?

Altro dramma personale che ha causato fredde notti insonni agli elettori del centrosinistra e conciliato il sonno di quelli del centrodestra (i cui neuroni, in quello spazio deserto, si danno al bungee jumping senza adeguate misure di sicurezza):

Prodi deve partecipare a un dibattito con Berlusconi?

D'Alema dice di no.
Prodi, spavaldo, vuole sfidare le tre punte (con buone probabilita' di riuscita).
L'Unita', per chiarirsi le idee, ha lanciato un sondaggio domandando ai lettori se l'incontro-scontro Prodi-Berlusconi s'ha da fare o no.

Il povero Programma elettorale dell'Unione (martire dei capricci altrui, tanto da meritare l'iniziale maiuscola) verra' (mal)trattato oggi e -se Dio vuole- sottoscritto entro sabato.
Alla vigilia dell'entrata in vigore della Par Condicio speriamo, da cittadini ed elettori, che quotidiani, TV, ma soprattutto i leader del centrosinistra gli concedano finalmente lo spazio che merita.

Altrimenti non possiamo che dirci d'accordo con Luttazzi.



E' la quarta volta che votiamo dal 2001 ed e' la quarta volta che Berlusconi perde. I leader dell'Ulivo sentono che qualcosa sta cambiando. 'Ma sei sicuro-dice un leader dell'Ulivo a un altro- che il vento stia cambiando?' E l'altro: 'Certo, non vedi che ci votano anche senza programma? Sono disperati'.


Pubblicato anche su Sondaggiami.

12 commenti:

jack on fire ha detto...

speriamo conduca topolino lo scontro... sarebbe una degna cornice

Praga ha detto...

Speriamo conduca Luttazzi piuttosto... :-)

capemaster ha detto...

io, da bravo sognatore vado a vedermi tutti i giorni questo sito

www.vuoivedereche.it

non tanto per chi lo ha fatto ma per la splendida idea.
Sono disposto anche a non leggerlo pur di mandare via il Capo.
L'11 comunque farò in modo di averlo sto tomo.

bluelines ha detto...

mi turo il naso e voto ds, come diceva Montanelli (noto comunista, secondo il berluskaiser) Però un minimo di programma....

miss quarrel ha detto...

Mi turo il naso e "voto", direi io, perchè da qualunque versante uno si ponga c'è ben poco da stare allegri... anche se gli elettori di sinistra, secondo me, dovrebbero un po' ridimensionarsi con questo atteggiamento "siamo i più bravi, siamo i più belli, chi non la pensa come noi lo fa perchè in testa c'ha il vuoto pneumatico, quindi è senza speranza". Ammettetelo, siete un po' snob d'animo!

: )

PiB ha detto...

concordo vorei luttazzi anche io.
il programma dite che lo trovo tradotto qui in inglese?

valentina ha detto...

e come dice anche Beppe Grillo: si deve scegliere tra il peggio e il "un po' meno peggio".
E' dura andare a votare in queste condizioni
Vale

SI-FA-SI ha detto...

Il centro sinistra non può avere un programma, possono solo immaginare cosa li aspetta se dovessero vincere e questo li spaventa a morte.
Siamo messi male male, secondo me oltre all'incapacità ed al menefreghismo dei nostri "dipendenti" la responsabilità è di questo bipolarismo che costringe tutti (celebrolesi a parte), di votare con il naso tappato.
(comunque cara Silvia sei veramente in gamba, e finchè ci saranno persone come te in giro che non aprono la bocca solo per scaldare l'aria, un minimo di speranza c'è).
P.S. il Lambrusco compralo e bevilo di nascosto, adesso è fuorilegge!!!
Baci.

FA

Charlie SottoLaPioggia.net ha detto...

highigh .. secondo me il programma lo pubblicheranno a due giorni dalle elezioni.. così non ne capisce niente nessuno e vanno tutti comunque a votare sulla fiducia.
Ps "che fine ha fatto?" in un primo istante pensavo fosse rivolto a "che fine ha fatto prodi?" .. a dire in vero in confronto al premier sembrano scomparsi sia il programma che il suo autore.. ed intanto baffetto D'Alema si sta riscaldando per quando cadrà il "Prodi I" .

Montecristo ha detto...

Come arbitro vedrei bene Dylan Dog. Almeno i mostri si troverebbero a loro agio.

Cmq il buon Prodi, in buon accordo (!?!) con gli alleati ha deciso di ridurre la mole del programma. "Effettivamete" ha pensato "è troppo lungo!"
Non più 274 pag., ma solo 250!
Cosa si può volere di più?

Dblk ha detto...

Mi sa che l'unica soluzione è fare condurre il faccia a faccia da, che ne so, Giorgio Mastrotta su Telemarket. Ma alla fine mi sa che chiederebbe i famosi coperchi che qualcuno dei presenti non gli ha ancora dato per le sue pentole. Ciao, Dblk

Chris ha detto...

Il programma della sinistra non esiste come non esistono i signori che lo hanno scritto. Sabato uscirà una accozzaglia di roba inumana e scopiazzata dla programma della CDL (Fassino a Matrix ha già ritrattato le minchiate sparate da Prodi sul cuneo fiscale dicendo che verrà spalmato in 3-5 anni, se c'è la fanno aggiungo io).Se Berlusconi è riuscito si e no a mantere un 20% di quello che aveva promesso , la sinistra non riuscirà neanche ad arrivarci a quel 20%. Loro sanno fare solo due cose quando governano: 1-proteggere i loro interessi e del loro gruppone che li finanzia e li sotiene. 2- Tasse, Tasse ed ancora Tasse.

p.s Prega che non tassino i bot...sarebbe una catastrofe, anche se sembra che il mortadella abbia fatto un passo indietro sull'ennesima st......a espressa..

P.s.2 Lo so che mi odi in questo momento...tira un bel respiro , conta fino a dieci e non pensarci più:D

Ciao e grazie dell'ospitalità;)