25.10.05




Il mondo appartiene agli scontenti, ai testardi, ai polemici, ai disfattisti, a chi nutre fiducia nel genere umano e nelle sue effettive possibilita' di evolversi, di progedire in senso morale e sociale.
Perche' dire NO costituisce il piu' grande atto di fede di cui siamo capaci.
Perche' NO e' la manifestazione della forza posseduta dal singolo e dalla sua parola, nonche' la speranza di poter realmente mutare il corso della propria esistenza.
Oggi molti recalcitrano, detestano i testa-a-testa, rifuggono dalla rivendicazione legittima dei propri diritti, sia in qualita' d'individui che di membri della societa' cui appartengono.


Da poche ore se n'e' andata Rosa Lee Parks, che deve essere stata una vera rompiscatole se ha costretto l'autista di un autobus di Montogomery (Alabama) ad arrestarla.
Il 1 dicembre 1955 sali sull'autobus per tornare a casa come ogni sera. Dopo aver preso posto nella zona riservata ai 'coloured', l'autobus si riempi di gente. Essendo esauriti i posti a sedere dei 'whites only', ci si aspettava che i neri cedessero il proprio ai 'whites' che erano rimasti in piedi. Rosa rifiuto'. E il suo piccolo, semplice e ben poco innocuo rifiuto diede il via al movimento per i diritti civili negli Stati Uniti.

Rosa, la scontenta, spiego' cosi il suo piccolo e importante NO:

Avevo il diritto di restare dov'ero. E volevo che quell'autista sapesse che noi venivamo trattati ingiustamente, come individui e come popolo.


Il cammino e' lungo, costantemente ostacolato da chi considera i diritti civili alla stregua di un noioso, gravoso optional, ma mi piace pensare che altri seguiteranno a percorrerlo. E che Rosa, da lassu', continuera' a guardare qui e a ribadire il suo NO.

8 commenti:

maynardo ha detto...

ma continua pure a cimentarti&cementarti; una volta blogger non è facile lasciar stare

a presto!

contevico ha detto...

E' molto bello che una simile donna sia ricordata.
Grazie Undine.
Questa a mio parere è una delle principali funzioni del blog: entrare nelle pieghe delle notizie spesso dimenticate e punzecchiare la riflessione.
Brava.

Ed ha detto...

Nel frattempo la democrazia e i diritti civili si sono impossessati degli USA.
Il bello dei blog-amici è questo: se non ci pensi tu a scrivere una cosa, ci pensa l'altro.

Federico ha detto...

A volte un atto di eroismo è molto più semplice e molto più coraggioso di quanto si possa credere.

Cilions ha detto...

Dovremmo iniziare a dire NO! anche noi su certe cosucce... non credi?

Undine ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Undine ha detto...

Ringrazio voi per il complimento.
Una figura del genere non può non ispirare un post, ma io desideravo renderle sinceramente omaggio. Ancora grazie.

C'è molto da fare.
Prima ancora di dire NO è necessario capire a cosa dobbiamo dirlo. Sembra facile, ma è un'operazione ancora più complessa della precedente, particolarmente in una società che ha fatto del benessere il proprio leit motiv. Quando smetteremo di vivere nel timore di perdere la "roba"...

SI-FA-SI ha detto...

Bellissima ieri l'homepage della Apple con la foto di Rosa Parks e con la scritta Think Different!
Grazie di aver ricordato una persona cosi' importante, un esempio cosi' fondamentale..Think Different..Yes, we should do that every single day...

SI