20.10.05

"...le stravaganze e le incoerenze mi divertono, lo ammetto e, quando posso, ne rido."

Noi femminucce adoriamo lamentarci degli uomini che non sanno sorprenderci, viziarci, coccolarci, farci sentire desiderate e al tempo stesso stimolare la nostra curiosita'.
Noi (spesso) siamo quelle che si lamentano dell'indifferenza del nostro lui al completino intimo che abbiamo scelto con tanta cura, del dialogo spento, dei suoi sguardi ad altre donne e via dicendo.

Qualche volta dovremmo (anche) esaminare la nostra vita di coppia e domandarci cosa EFFETTIVAMENTE facciamo per il nostro uomo.

Dobbiamo farlo, se non vogliamo che ci capiti un'avventura come questa che segue:





2005-10-20, Modena



MESSAGGI OSCENI SUL TELEFONO
Ma era il fidanzato



Tempestava la compagna di sms osceni, per rendere piu' frizzante un rapporto forse ormai esausto, ma alla fine e' stato lasciato dalla convivente che per scoprire chi fosse l'autore dei messaggi si era rivolta alla polizia postale.

Evidentemente non aveva nemmeno il sospetto che la persona che le spediva in continuazione sms piccanti sul telefonino fosse proprio il suo compagno ma l'amara scoperta e' arrivata dopo che la signora in questione, una 52enne residente in citta', esasperata ed indispettita dal tono dei messaggi, si era rivolta alla polizia postale. Una trentina le missive inviate da quella che inizialmente sembrava una persona sconosciuta.

Dopo attente verifiche, gli agenti con stupore hanno appurato che il numero riservato dal quale provenivano le proposte oscene, era intestato alla medesima persona che aveva sporto denuncia.

Cosi martedi pomeriggio gli uomini della polpost hanno invitato la signora a presentarsi negli uffici del centro storico per informarla di quanto appreso. Poche parole e immediatamente la signora ha capito che il numero di cellulare incriminato era quello utilizzato dal proprio compagno.

All'uomo, un 54enne residente a Spezzano, ora denunciato per molestie telefoniche, non e' rimasto altro che confessare.

Voleva risvegliare un rapporto un po' stanco ma come unica conseguenza, almeno per il momento, e' stato piantato in asso, proprio davanti ai poliziotti.

Trovata qui.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Se penso alla figuraccia di quel povero signore...

Jx

Ed ha detto...

E vabbè questo è l'ultimo stadio prima del ricovero. Abbiamo pietà di lui.

Anonimo ha detto...

ok la pietà, ma possibile che non c'era un modo migliore per risvegliare la "passione" nella coppia?


anonimamente

contevico ha detto...

La situazione è un po' paradossale. Ma Undine pone un problema assai serio. Molte delle nostre crisi coniugali nascono da carenza di comunicazione e, quindi, anche di conoscenza dei gusti dell'altro.

Undine ha detto...

Ho pubblicato questa notizia perché la situazione era comicamente amara. Non sono sposata e quindi non intendo (da che pulpito?) approfondire quelle che sono le dinamiche all'interno di una coppia sposata da anni, ma la carenza di comunicazione è solo parzialmente provocata dalle circostanze.
Spesso manca la volontà di comunicare e non è mai troppo presto per impararlo, come ben sa la sottoscritta. Inoltre si tende a dare all'altro un'immagine edulcorata di se, compromettendo in modo inesorabile il futuro del rapporto. E dopo è facile sentirsi ingannati e truffati.