25.11.05

L'ago nel pagliaio

Carla Del Ponte, procuratrice generale del Tribunale Penale Internazionale dell'Aia, ha lamentato per l'ennesima volta la scarsa volonta' vaticana di collaborare alla cattura del generale latitante Ante Gotovina, in una lettera inviata ieri allo Stato Vaticano.
Si suppone infatti che il generale sia nascosto in un monastero francescano in Croazia.

Il Segretario di Stato del Vaticano, l'arcivescovo Giovanni Lajolo, aveva gia' negato qualsiasi appoggio durante il colloquio con la Del Ponte, avvenuto lo scorso luglio.
La motivazione: il Vaticano non e' uno stato nazionale, dunque non e' tenuto ad aiutare le Nazioni Unite a perseguire criminali di guerra.

Lo stesso Stato Vaticano nega di essere in possesso d'informazioni sul generale Gotovina, ma la Del Ponte si permette di esprimere dubbi su questo punto:

Dicono di non avere informazioni, ma non ci credo. Credo che la Chiesa cattolica abbia una tra le piu' avanzate reti d'informazione e d'intelligence.

Gotovina e' accusato d'aver organizzato l'uccisione di 150 serbi, nonche' della deportazione di altri 150000.

Il Vaticano ha replicato di non aver ricevuto indizi precisi sulla protezione offerta a Gotovina. L'assenza di tali indizi non consente allo Stato Pontificio di entrare in contatto con le autorita' ecclesiastiche competenti.

Insomma: pare che i monasteri francescani in quel enorme stato-continente che tutti chiamiamo Croazia siano proprio tanti.

14 commenti:

Dblk ha detto...

Io sono ancora un cristiano praticante, ma la mia opinione su alcune questioni è incerta. Potrebbe darsi che il Vaticano sappia, ma il motivo per cui non voglia parlare non lo saprei indicare. Ma allo stesso modo potrebbe essere all'oscuo di tutto. Ciao, Dblk

Massimo ha detto...

OT: grazie per il tuo commento, ti aggiugo ai miei blog da leggere!
Massimo

Ed ha detto...

Che il Vaticano sia all'oscuro di tutto mi sembra alquanto incredibile.

federico ha detto...

La situazione è comunque complessa, e senza dubbio in Vaticano sono maestri nell'arte della diplomazia. Gotovina in patria da molti è considerato un eroe, ha amici importanti essendo cittadino francese (leggi Le Pen), e molto altro. Wikipedia è piena di informazioni utili.

Quello che comunque non mi stupisce mai è la vicinanza di alcuni abitanti del "cuppolone" verso l'estrema destra, e verso chi si è macchiato di crimini "a difesa della religione cattolica"...

Cilions ha detto...

non l'ho mai fatto prima...
Ma se ti dicessi: HOFFMANN Ernst Theodor Amadeus! Cosa mi risponderesti?

Undine ha detto...

@Dblk: è sempre bene porsi delle domande (ma daaai) e avere qche dubbio. Avere delle perplessità non pregiudica la propria fede. Avere delle perplessità sullo stato Vaticano poi ha poco a che fare con la religione.

@Massimo: grazie di essere passato. Ti ho aggiunto stamattina.
@Ed: a me sembra un maldestro tentativo di uscirne puliti (o quasi).Per me non ci crederebbe nemmeno Giuliano Ferrara.

@Federico: l'improvvisa carità cristiana che si accende per criminali vicini all'estrema destra non mi stupisce, ma m'indigna. Non solo. Il Vaticano tutela anche preti accusati di genocidio. Ne parlerò ancora qui.

@Francesco: è un compositore e scrittore tedesco più o meno contemporaneo di Beethoven, se non ricordo male. Ho letto solo i Racconti. Non posso esprimermi, i miei gusti sono totalmente diversi.

munchhausen ha detto...

Silvia, sei sicura di quello che hai detto?
Insomma sapevo che Gianni Badget Bozzo fosse infimo, ma che fosse pure accusato di Genocidio, no.

federico ha detto...

Il Vaticano tutela e nasconde i preti pedofili che si sono beccati decine (centinaia ?) di citazioni negli Stati Uniti (e uno me l'ha messo proprio vicino casa mia).
Non si chiama genocidio, però....

SI-FA-SI ha detto...

Vecchia storia che si ripete a quanto sembra..Le collusioni sospette e l'assenza di apertura verso il mondo laico+ soprattutto interessi inimmaginabili, permettono che ancora oggi la chiesa sia sempre e comunque un pianeta a se' quando gli aggrada, e che sembra gradire pero' le gentili concessioni di questi poveri laici con l'esenzione al pagamento dell'ICI.

SI

mascia ha detto...

Che almeno non lo facciano Papa o santo...

Undine ha detto...

Ragazzi, questa storia l'ho scoperta stamattina, non è recentissima, ma vera e, in quanto tale, scandalosa.
Ve ne parlerò tra un paio di giorni.

contevico ha detto...

I monasteri furono tanti, non dimentichiamolo, anche quando ci furono da nascondere centinaia di antifascisti (e anche di fascisti) nel nostro paese sessant'anni fa.
Le logiche che presiedono alla "politica" vaticana sono un po' diverse da quelle alle qauli siamo abituati: facciamocene una ragione.

Undine ha detto...

Conte, che i monasteri siano tanti lo sappiamo tutti. Il paragone tra un generale accusato di genocidio e gli antifascisti che si sono battuti contro il regime mi pare, concedimelo, alquanto azzardato.
Le logiche vaticane sono un po' diverse? Bene, è ora che cambino. Il fatto che siano quasi immutabili non può impedirmi di essere infastidita dal doppiopesismo praticato spesso e volentieri dalla Santa Sede.

Cilions ha detto...

Ti chiedevo di HOFFMANN perchè ispirato da Wagner ha scritto UNDINE! la sua opera più riuscita...