15.11.05

Sono una ragazza semplice, con la testa sulle spalle e poche balle - dice il 99,9 % di noi femminucce credendo di essere originale.
Io vado oltre: sono una sempliciotta che ignora il significato della parola 'vizio'.
Perche' la mia vita e' fatta di valori, di affetti, di piccoli ristretti orizzonti.
E non ho vizi.

Si, amo il lambrusco oltre ogni dire e lo abbinerei al cocktail di gamberi come alla crema catalana, ma non lo chiamerei vizio.

Sono afflitta da curiosita' culinaria, smanio per provare pietanze a me ignote, in un'ansia di appagamento assai preoccupante. E piu' le mie scoperte sono piccanti, salate e speziate, piu' dura il viaggio. E' un vizio, forse?

Si, e' vero, fumo. Fumare mi piace talmente tanto che fumo anche col raffreddore. Non e' un vizio, soltanto una grande cazzata.

Ma confesso che c'e' una pericolosa tendenza in me. Lo faccio appena sveglia, lo faccio prima di addormentarmi, lo faccio a casa d'altri. In pochi secondi il desiderio si placa, l'ansia scompare. Poi si ricomincia, l'astinenza mi rende irritabile e la mia necessita' , urgente, impellente, deve essere soddisfatta.

Si, l'ammetto: soffro di dipendenza da Televideo.
La sua lettura e' diventata una droga, particolarmente quando non sono in rete.
Pigio un pulsante del telecomando ed ecco le notizie.
Niente fronzoli.
La pagina 101 (quella dell'ultima ora) e' li per essere rapidamente consultata.

Pur guardando il Tg 3 e La 7, il Televideo ha il merito di essere accessibile in modo immediato, senza interviste al sindaco durante la 700a festa del tartufo o voyeuristici servizi nei dietro le quinte dell'ennesimo calendario.
Ovvio: il panino c'e'.
Mediavideo poi non e' che il parente televisivo del Giornale e di Libero.
Alcuni articoli sono di commovente parzialita'. Ma il lettore, seppur in minima parte, puo' difendersi. Non viene incantato dal fachiro televisivo, non si trova l'immagine del mio omonimo a ogni pie' sospinto.

Sarebbe interessante approfondire il ruolo giocato dall'assenza delle immagini, dal taglia-e-cuci scritto, privo di quegli elementi extralinguistici che influiscono sulla percezione degli spettatori.

Ci sarebbe altro da dire, ma devo congedarmi: prima fumo una sigaretta, poi vado a leggere il Televideo.


Dietrologia del giorno: non vi pare divertente il messaggio subliminale della sigla di 'Otto e mezzo'?
Il termine 'destra' e' contemporaneo a 'eguaglianza'.
Il termine 'sinistra' a 'potere'.
L'intelletto di Ferrara ha perso qualche pezzo lungo l'affollata strada del trasformismo.

22 commenti:

capemaster ha detto...

Io ho notato che da quando ho il blog sono molto più dipendente da Internet e dai notiziari in generale. Anche per te è così?

Avevo notato anche io alcuni accostamenti a dir poco sorprendenti nella sigla di otto e mezzo... ma alla fine li sopporto perchè tutto sommato è una delle poche trasmissioni di approfondimento. Ferrara è un trasformista, ma almeno ha un po' di lucidità.

federico ha detto...

Di Ferrara si potrebbe parlarne tanto quanto pesa... :-)

Comunque mi sembrano ben poca cosa i vizi che tu citi (e poi, vizio il lambrusco, non scherziamo coi santi eh... ;) ) rispetto a come si comporta la gente oggigiorno.

E poi qualsiasi cosa tu (ti) faccia, sicuramente è nulla rispetto a seguire le notizie "dure & pure" del televideo e tenersi informata. In un tempo dove a nessun frega di nessuno, fa sempre piacere vedere qualcuno che cerca di capire come gira il mondo...

Ed ha detto...

Da quando scrivo sul blog non ho cambiato molto le abitudini. Anche prima guardavo le news, fumavo come un turco e amavo il vermentino. Forse dovrei guardare di più la TV, ma mi è davvero difficile accenderla.

Cilions ha detto...

Anche io guardo il televideo prima di andare a letto... mi concilia il sonno!
Non ho mai visto Otto e mezzo... ci farò caso!

SMETTI DI FUMARE!

Undine ha detto...

@Cape: sì, anche a me è sta accadendo la stessa cosa. Diciamo che la dipendenza è più radicata di prima.
Non ho una grande opinione di 'Otto e mezzo'. L'Armeni è troppo pcata rispetto a Ferrara e non c'è equilibrio.

@Federico: anche tu un devoto del lambrusco?
Grazie per il complimento, è vero che cerco di tenermi informata e di andare oltre il nasino. Ho fatto di necessità virtù. Forse ciò accade per la maggior parte di noi blogger, non trovi?

@Ed:vermentino? tanto di cappello!
E così anche tu hai mantenuto le stesse abitudini?
Quanto alla TV...hai il satellite?
Io non ancora, ma dato che i miei neuroni stanno andando incontro a un progressivo decadimento direi sia proprio il caso.

@Francesco: eh, lo so! Dovrei smettere, hai ragione, ma non ho ancora interiorizzato la giusta motivazione.

Anonimo ha detto...

Oltre il nasino?
In che senso..."NASINO"???

SPERO che la giusta motivazione la troverai al più presto.

E puzzle bubble?

federico ha detto...

Oltre il lambrusco, per ogni vino (e il vino è solo rosso ;D ).

Comunque sì, molti blogger sono accomunati in questo (ma non tutti).
Poi smettere di fumare è inutile, tanto si peggiorerà sempre in qualche altro campo... :)

Undine ha detto...

@Anonimo lettore: sono pronta ad abbandonare il fumo per la dipendenza da Puzzle Bubble. Peccato che non riesco mai a vincere. Sorvolo sul NASINO.

@Federico: hai ragione, molti, ma non tutti. Non ricordo dove ho letto (peccato non avere il link) che esistono due filoni nella blogosfera. Il primo intimistico, il secondo di costume e umoristico. Probabilmente sono gli autori del secondo ad attingere dalle diverse fonti d'informazione.
C'è sempre modo di sostituire un pessimo vizio con uno peggiore, ahimé.

capemaster ha detto...

Preferivo Otto e Mezzo quando c'era Gad Lerner... Peccato che la voglia di primeggiare di Ferrara (e dello stesso Lerner) abbiano portato al divorzio. tra i due (Ruini non è intervenuto, perchè? :D )

La Armeni è comunque meglio della Palombelli o di Luca Sofri, no?

@ tutti: apriamo un blog sul piacere del lambrusco e del novello!

capemaster ha detto...

scusate ho scritto senza rileggere!

PiB ha detto...

Per me che sono in USA Internet è essenziale per cercare di capire dove sta andando l'Italia..anche se ammetto che i filtri che devo usare per "leggere" diventano ogni giorno più selettivi..qui niente TELEVIDEO....ma ero come te cara UNDINE.....ammetto che mi manca....
p.s.
tra vermentino e lambrusco (che cmq mi piacciono) metto un classico chianti.

Lovejoy ha detto...

Lo confesso...sono un televideo-dipendente! Non fumo e di vini non capisco granchè ma vi inviterei volentieri a bere un paio di bicchieri di Nero D'Avola. Ragazzi, non cominciamo a demolire "Otto e mezzo", chè non c'è rimasto più nulla in tv... ;)

jack on fire ha detto...

stai cercando un maritino undine???
da come ti descrivi in questo po' di bloggone sembra tu voglia far sapere a tutti i maschietti in agguato: "ehy, so cucinare, sono seria, non ho fronzoli per la testa... venite che vi soddisferò a tavola"

uhm... nononono, sbagli!

come se io adesso ti dicessi:
"sai sono un uomo fedele, scelta la compagna di vita non la tradirei per niente e nessuna al mondo. so essere complice e accondiscendente. amo ascoltare e posso (perchè so farlo) offrirti una spalla cui appoggiarti nei momenti difficili, parole gentili nei momenti in cui ne hai bisogno." la mia quotazione presso voi ragazzi diminuirebbe ancor più di quanto è già ai minimi termini.

questo vuole essere un appunto per il futuro...
ti do un anticipo:
"non metto mai il pigiama prima d'andare a dormire, solo intimo e... le autoreggenti."
questo qui può già bastare. poi se vuoi esagerare (hai presente il film "full metal jacket" di kubrik quando jocker sta seduto al bar con un amico - di cui non so come si scrive il nome - e arriva una prostituta - un fior fiore di prostituta! - a fargli un'offerta?):
"faccio tutto tu vuoi!" gratis ovviamente...

così acchiapperesti meglio

ih ih ihihihi
scherzo ovviamente.

complimenti per la scelta del romanzo! io m'accontento di eggers e dei suoi personaggi malandati...
comunque direi che la tua descrizione è molto simile a quella di undine.

per le tre I...
cosa vuol dire "hanno fatto Forza Italia...bla bla..."???
sei solo invidiosa dì la verità. sei invidiosa perchè lui può sparare un sacco di cazzate e fare un sacco di stronzate e soprattutto rubare il non rubabile (nemmeno craxi&soci sono arrivati a tanto) e tu no.

immagina la scena:
tu sei davanti a lui, berlusconi, e lui sul pulpito che sta arringando la folla.
"lei, presidente, premier, dottore, è un poco di buono. si rende conto di quanto a rubato?"
"gnè gnè gnè gnè" mentre la sua faccia si stira drammaticamente in una smorfia satanica.
ahahahah

@si fa si fa
speriamo che i genesis si riuniscano. non vedo l'ora di ascoltare tanta bellezza e di emozionarmi con i loro strafighissimi pezzi! grazie a loro la musica moderna ha potuto fare quel salto di qualità che mancava decenni fa e dobbiamo per questo sorbirci una marea di cazzate alla radio e alla tv.
genesis grazie. perdutamente grazie. solennemente grazie. sinceramente grazie. grazie

Undine ha detto...

@Cape: tra i tre meglio Luca Sofri. La Palombelli è scialba (stare tanti anni con Rutelli insegna) e l'Armeni non ha mordente. La coppia Lerner Ferrara era stimolante per gli spettatori, ma due personalità così forti non potevano non entrare in attrito.
D'accordo con te sul blog "alcolico". Certo che dobbiamo proprio entrare società, mannaggia! ;)

@Pib: immagino proprio che internet sia l'unica fonte d'informazione accessibile per te, negli USA. Sempre meglio che ricorrere a Rai Sat Extra, o sbaglio?
Il Chianti è un vino per intenditori, forse lo dico perchè bevo il vino senza gustarlo. Cmq, come si dice da me, "ci sta tutto". Ottima la tua proposta!

@Lovejoy: oh, finalmente qualcuno che riesce a capirmi! sei il secondo Televideo-dipendente di mia conoscenza.
Riguardo a "Otto e mezzo", ammetto di lamentarmi di un prodotto qualitativamente superiore all'offerta informativa presente. Cerco di guardarlo quando posso... e metto "mute" durante il Punto di Lanfranco Pace.
Nero d'Avola? Volentieri. Con cosa li abbineresti?

@Jack on fire: se mai dovessi cercare marito (e chi ti dice che non l'abbia già trovato?) vanterei dei meriti che possiedo. Non sono semplice, né complicata. Non so chi sono e nemmeno mia madre, a quanto sembra, lo sa. Un uomo che sceglie la propria compagna sulla base di qualità domestiche, mangerebbe surgelati e dovrebbe praticare il Maithuna con qualcun'altra. :)
A Silvio invidio... la faccia tosta? Sì. E anche i suoi soldi. Magari io me ne starei alle Cayman a occuparmi dei miei affari, ma forse è perchè prediligo i climi caldi.

jack on fire ha detto...

e dai che scherzo... e lo sai

Undine ha detto...

beh, non ti conosco, ma dai tuoi interventi mi sembra proprio che tu stia scherzando, tranquillo! :)

SI-FA-SI ha detto...

Beh, questi sono vizi veniali, molto innocenti che di danni ne fanno pochi Undine (oltre alla solita tiritera del fumo che distrugge i polmoni, e' vero, ma allora vorrei pensare anche ai dolci che adoron e che potrebbero procurarmi un diabete terrificante..).
A te il lambrusco, a me sicuramente una bella pinta della stupenda Guinness!!:-)
Slurp:-P
@Pib:Figurati che vivo nel Chianti e odio il vino..Della serie chi ha il pane non ha i denti..:-D

SI

contevico ha detto...

Ma che son vizi questi!?!?

Undine ha detto...

ragazzi, pensate che per rispondere ai commenti ho lasciato il ferro sul tavolo da stiro.
il cibo e l'alcol non sono vizi, lo so bene anch'io (e l'ho scritto)! nella mia concezione le parole "vizio" o "peccato" non esistono... ci mancherebbe! ;)
epperò quella da Televideo è una bella dipendenza.
buona serata, torno a fare la donna di casa... donna...nn esageriamo!

Ed ha detto...

No satellite per il momento.
La vigna la cura mio padre, rosso e bianco: è la sua passione. Non sono un gran bevitore, ma un pasto senza il vino è come un martini senza l'oliva (troppo americano eh..) vabbè...è come il pesto senza l'aglio.

mascia ha detto...

il vino, il cibo, il sesso, il fumo, non me ne preoccuperei granchè.
La dipendenza da televideo mi dà fortemente ansia..
Esisterà una comune per uscire da 'sto tunnel?

Undine ha detto...

@Ed: un paesaggio senza vigneti mi sembra spoglio. Fai i complimenti a tuo padre: le soddisfazioni ottenute dalla èpropria vigna ripagano di tanti giorni di fatica.

@Mascia: anche tu dipendente da Televideo?
Mi fa piacere non essere l'unica. Potremmo creare un gruppo di sostegno per chi soffre di questa dipendenza, che ne dici? ;)
Gli altri non sono vizi, semmai alcuni tra i tanti piaceri che ci offre la vita (tranne il fumo).